ContaTTI

Presidio Unitario Territoriale presso ENAIP Piacenza

Via San Bartolomeo, 48/A

​​

Tel: 0523 497034

sportelloput@enaippc.it

© 2019 Piacenza al Futuro - Designed by Luca Gionelli

Torna alla Guida

ITG “A. Tramello”

dell’IS Tramello-Cassinari

Indirizzo sede:     

Via Negri 45 - 29122 Piacenza

Indirizzo email istituzionale: 

tramellocassinari@tramellocassinari.it

 

Sito web: www.tramellocassinari.it  

 

Telefono centralino: 0523 314032

 

Dirigente Scolastico: prof.ssa Sabrina Mantini

 

 

Referente orientamento:  Prof. Giuseppe Pighi

 

Indirizzo mail referente/i:    orientamento.tramello@tramellocassinari.it 

La nostra storia

CHI E' ALESSIO TRAMELLO?:

Il nostro Istituto è intitolato all'architetto piacentino che ha realizzato i maggiori monumenti religiosi rinascimentali della nostra città : le chiese di S. Sisto, di S. Sepolcro e di Santa Maria di Campagna. Alessio Tramello nacque probabilmente a Mottaziana nel comune di Borgonovo (PC) nel 1470. Imparò il mestiere in casa, dal padre e dal fratello che, diremmo oggi, avevano un'impresa edile; ben presto dimostrò capacità e competenze e passò da semplice muratore a dirigere e poi progettare lavori di costruzione. Certamente egli conobbe il Bramante alla cui bottega in Milano forse lavorò direttamente, e da cui apprese i dettami del nuovo stile rinascimentale che importò a Piacenza integrandolo con la tradizione locale. Morì nel 1529 e venne sepolto in S.Maria di Campagna; i suoi resti vennero da lì traslati in seguito all'Editto di Saint Cloud, ed in seguito dispersi.

 

LO "SPESSORE STORICO" DELL'ISTITUTO "ALESSIO TRAMELLO":

L'Istituto per geometri di Piacenza nacque come scuola indipendente il 1 ottobre 1969, dopo essere stato sin dall'unità d'Italia parte dell'Istituto tecnico dedicato a Giandomenico Romagnosi, tuttora presente sul territorio come scuola ad indirizzo commerciale. La sede del nostro istituto rimase quella storica di via Cavour anche se piuttosto disagevole poiché già gli allievi erano 357, suddivisi in 13 classi. All'inizio degli anni settanta l'amministrazione provinciale di Piacenza scelse di dar vita sulla strada Agazzana ad un Campus per le scuole superiori, sicchè il "Tramello" vi fu trasferito nel novembre del 1976. L'edificio occupato venne progressivamente allargato con l'aggiunta di una nuova ala su 3 piani per soddisfare il bisogno di aule (1983) e di una nuova palestra in muratura (1986); grande spazio venne dato da subito alle aule speciali ed ai laboratori (lingue, topografia, chimica, fisica, costruzioni, informatica, ecc.) , poiché era chiaro l'obiettivo di fornire una preparazione di base concreta ed aggiornata. A partire dal 1 settembre 2006 il "Tramello" torna in città, nella sede di via Negri, costruita nel rispetto delle nuove normative, priva di barriere architettoniche, dotata di aule LIM, laboratori CAD, laboratori di lingue, di Fisica e di Chimica.

Gli indirizzi di studio

Sono stati istituiti 3 diversi indirizzi di studio: Costruzioni, ambiente e territorio, Opzione tecnologie del legno nelle costruzioni e Articolazione geotecnico: 

  1. Costruzioni, Ambiente e Territorio
    Il diplomato nell’indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio consegue i risultati di apprendimento di seguito specificati in termini di competenze: selezionare i materiali da costruzione in rapporto al loro impiego e alle modalità di lavorazione; rilevare il territorio, le aree libere e i manufatti, scegliendo le metodologie e le strumentazioni più adeguate ed elaborare i dati ottenuti; applicare le metodologie della progettazione, valutazione e realizzazione di costruzioni e manufatti di modeste entità, in zone non sismiche, intervenendo anche nelle problematiche connesse al risparmio energetico nell’edilizia; utilizzare gli strumenti idonei per la restituzione grafica di progetti e di rilievi;  tutelare, salvaguardare e valorizzare le risorse del territorio e dell’ambiente;  compiere operazioni di estimo in ambito privato e pubblico, limitatamente all’edilizia e al territorio;  gestire la manutenzione ordinaria e l’esercizio di organismi edilizi; organizzare e condurre i cantieri mobili nel rispetto delle normative sulla sicurezza.
     

  2. Opzione tecnologie del legno nelle costruzioni
    Il diplomato in Opzione Tecnologie del Legno nelle Costruzioni, oltre a conseguire il profilo culturale generale del diplomato nell’indirizzo COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO sarà anche in grado di: evidenziare particolari conoscenze nel campo dei materiali utilizzati nelle costruzioni in pietra, legno e nelle nuove tecniche di Bioarchitettura; esprimere capacità grafiche e progettuali con particolare riguardo alle ristrutturazioni delle antiche costruzioni in legno, pietra, sassi e alle nuove tecniche costruttive dei fabbricati con ampio risalto alla bioarchitettura; collaborare nella progettazione, valutazione e realizzazione di edifici utilizzando i principali software per la progettazione esecutiva  con particolare attenzione agli edifici in legno e materiali naturali; intervenire consapevolmente nei processi di risparmio energetico relativamente ai fabbricati, anche ai fini di una edilizia sostenibile.
     

  3. Articolazione Geotecnico
    Nell’articolazione “Geotecnico”, il diplomato ha competenze specifiche nella ricerca e sfruttamento degli idrocarburi, dei minerali di prima e seconda categoria, delle risorse idriche. Interviene, in particolare, nell’assistenza tecnica e nella direzione lavori per le operazioni di coltivazione e perforazione. In particolare, è in grado di: collaborare nella conduzione e direzione dei cantieri per costruzioni in sotterraneo di opere quali tunnel stradali e ferroviari, viadotti, dighe, fondazioni speciali; intervenire con autonomia nella ricerca e controllo dei parametri fondamentali per la determinazione della pericolosità idrogeologica e geomorfologica, utilizzando tecniche di campionamento, prove in situ dirette, geofisiche ed in laboratorio, anche in contesti relativi alla valutazione di impatto ambientale; eseguire le operazioni di campagna ai fini della caratterizzazione di siti inquinati (minerari e non) e opera nella conduzione delle bonifiche ambientali del suolo e sotto-suolo;  applicare competenze nell’impiego degli strumenti per rilievi topografici e per la redazione di cartografia tematica;  agire in qualità di responsabile dei lavori e della sicurezza nei cantieri minerari, compresi quelli con utilizzo di esplosivi.

Gli insegnamenti dell'anno

DOPO IL DIPLOMA

I diplomati C.A.T. hanno ampie opportunità sia di prosecuzione degli studi nell’ambito universitario o della formazione tecnica superiore, sia di immediato inserimento nel mondo del lavoro. Il settore delle costruzioni ha bisogno di “tecnici” in grado di intervenire con flessibilità e competenza; la rapida e continua evoluzione della società influenza tutti i settori della produzione ed anche il mondo delle costruzioni richiede profili e competenze sempre più specifiche per misurarsi con realtà competitive e complesse.

La figura del diplomato C.A.T. (anche nella opzione Legno) si colloca in questo scenario con le elevate conoscenze previste dal piano di studi ed è quindi in grado di far fronte ai profondi cambiamenti che riguardano il settore delle costruzioni. Stare al passo con le nuove tecniche costruttive e con le nuove soluzioni per gli impianti, saper utilizzare tutto ciò che l’informatica mette a disposizione del settore edile, essere pienamente consapevoli degli aspetti economici e normativi e operare per il rispetto dell’ambiente e delle risorse: queste le principali caratteristiche del corso di studi. Di seguito sono riportate alcune delle opportunità offerte dal diploma di tecnico C.A.T.

 

Prosecuzione degli studi:

  • corsi professionalizzanti

  • istituti tecnici superiori

  • laurea triennale e specialistica

  • master universitari

 

Libera professione:

  • progettista di costruzioni e ristrutturazioni

  • coordinatore sicurezza

  • certificatore energetico

  • topografo (rilievi e pratiche catastali)

  • perito consulente per tribunali

  • perito per assicurazioni

  • agente immobiliare 

  • amministratore di immobili

 

Impiego nel settore pubblico in qualità di tecnici specialistici per:

  • esercito, polizia, carabinieri

  • vigili del fuoco

  • comune e regione

  • ferrovie dello stato 

  • settore energetico e dei servizi

  • agenzie del territorio

  • ASL

  • ANAS

  • Protezione Civile

 

Impiego in industrie ed imprese di costruzioni:

  • responsabile area tecnica, tecnico di cantiere

  • tecnico progettista

  • tecnico addetto alla contabilità del cantiere

  • responsabile della sicurezza

  • operatore CAD

  • tecnico della filiera del legno

  • tecnico della bio-edilizia

  • tecnico esperto nell’edilizia industrializzata (C.A. E LEGNO)

  • tecnico dell’arredamento

  • informatore tecnico-commerciale